ASP SOLUTIONS SRL Via Toscanelli, 10
- 50129 Firenze
Tel.055 471390 Fax.055 472668
www.asp-solutions.it info@aspmail.it
 
 
 
 

:: Soluzioni Trasporti

 
 
 

osra artel piteco

:: Rassegna Stampa

rassegna stampa
Cerca la notizia
Solo parole intere

Lunedì 23 dicembre 2013calendarioCalendario

Ex soci, sede civile
La Ctr di Milano, con la sentenza n. 178/20/13 depositata nella segreteria il 16 ottobre 2013, ha stabilito che dopo la cancellazione di una società di capitali dal registro delle imprese, ogni azione di recupero fiscale rivolta nei confronti degli ex soci, per le somme riscosse in liquidazione, o dell'ex liquidatore, se ritenuto colpevole, deve essere esperita presso il giudice ordinario e non presso quello tributario.
Benito Fuoco, Nicola Fuoco – Italia Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 12
leggi il giornale>>

Condominio, ristrutturazioni da pagare in corso d'opera
L'Autore ritorna sulla riforma del condominio varata con la legge 220 dell'11 dicembre 2012 entrata in vigore il 18 giugno 2013 affermando che alcune novità sono: quorum ridotto per il risparmio energetico condominiale; nell'anagrafe condominiale censita solo la sicurezza delle parti comuni dell'edificio; fondo lavori (manutenzioni straordinarie e innovazioni) da ricaricare ad ogni stato di avanzamento e non da stanziare tutto all'inizio delle opere; sanzioni per violazione dei regolamenti decise dall'assemblea (e non dall'amministratore).
Antonio Ciccia – Italia Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 8
leggi il giornale>>

Rimanenze, il costo specifico esclude il valore di mercato
Secondo l'interpretazione contenuta nella risoluzione 78/E del 12 novembre 2013, la valutazione al costo specifico impedisce la rilevanza fiscale del valore di mercato. Il mancato esplicito richiamo del Tuir rende impossibile il riconoscimento del minor importo tra valore di mercato e costo sostenuto.
Franco Cornaggia, Norberto Villa – Italia Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 21
leggi il giornale>>

Sequestro conservativo più mirato
Secondo la giurisprudenza di merito, il sequestro conservativo, una volta accertati i presupposti, deve privilegiare i beni personali dell'imprenditore e non i beni dell'azienda nel caso di verifiche effettuate nei confronti di un'impresa. Il sequestro dell'azienda, infatti, potrebbe rivelarsi una misura eccessiva, per le conseguenze negative che provocherebbe a livello concreto, finendo per determinare una paralisi dannosa anche per le ragioni creditizie.
Rosanna Acierno –Il Sole 24 Ore, Norme e tributi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 3
leggi il giornale>>

Srl, si può ripartire da un euro
Lo studio del notariato n. 892-2013/I approvato il 12 dicembre 2013 prevede che una srl con 3 mila euro di capitale iniziale a fronte di perdite superiori ai 1.000 euro dovrà ripianare le stesse entro l'esercizio successivo, ricapitalizzare o ridurre il capitale.
Luciano De Angelis – Italia Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 18
leggi il giornale>>

Minimi, test di fine anno per pagare ancora il 5%
L’Autore riepiloga i principali controlli che i contribuenti minimi devono fare entro fine anno per verificare la permanenza anche nel 2014 e confermare così il prelievo al 5 per cento: superamento del limite dei ricavi, eventuali esportazioni, beni strumentali utilizzati, detenzione di partecipazioni in soggetti trasparenti e anni nel regime.
Matteo Balzanelli –Il Sole 24 Ore, Norme e tributi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 1
leggi il giornale>>

Concordato, conta il bilancio
L’Autore evidenzia che nell'attuale struttura dell'istituto del concordato preventivo post-riforma della legge fallimentare operata dal D.Lgs. n. 169/2007 non esiste più alcuna percentuale di soddisfazione del credito garantita per il ceto chirografario e pertanto, appurato che il ricorso a tale procedura rende certa la perdita, l'entità della stessa, deducibile fiscalmente, coinciderà con quella stimata a livello civilistico.
Andrea Bongi – Italia Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 13
leggi il giornale>>

Il magazzino dà forza al bilancio
L’Autore ricorda che si avvicina la chiusura dell'esercizio 2013 e alcune scelte effettuate in questi giorni possono portare a incrementare l'utile o comunque il patrimonio netto. Un obiettivo che, in questa fase di crisi, consente di redigere un bilancio più apprezzabile dagli stakeholder. Una delle principali leve è la valutazione delle rimanenze di magazzino con il passaggio da Lifo al Fifo anche se comporta un aumento del carico fiscale.
Paolo Meneghetti –Il Sole 24 Ore, Norme e tributi, lunedì 23 dicembre 2013, pag. 2
leggi il giornale>>

area clienti

assistenza remota


AccessibilitàInformativa privacyCopyright
© Copyright 1999-2011 ASP Solutions Srl.